Home page
posta
- HOME
L'associazione
Le attività
Lo statuto
Per associarsi
 
-IL QOELET
Le finalità
I Progetti
 
 
- IL "LONTANO
    PRESENTE"
 
- Premio per don
 Sergio Colombo
 
 
altre
edizioni
Il "Lontano Presente"        rassegna 2009
Il cibo e il destino dell'uomo


Il cibo è la realtà più “presente” all’uomo perchè la sua vita ne dipende. E viene da “lontano” perchè esso racconta tutta la storia di cui siamo eredi; ed anticipa tutte le sfide che il nostro futuro ci presenta. In un momento in cui i nostri modi di mangiare rischiano di mettere in pericolo il nostro futuro è bene rileggere la nostra storia, attraversata da diverse “culture” del mangiare, e ripensare le nostre responsabilità nei confronti del cibo e dei nostri stili di vita. È un modo di guardare il nostro destino, a cui i cristiani dovrebbero essere particolarmente attenti: loro che sono istruiti dalle Sacre Scritture circa il rapporto stretto che c’è tra “mangiare” e “conoscere”; loro che sono gli eredi di un testamento che ha al centro un banchetto e il modo di vivere che esso indica e nutre. La proposta che quest’anno fa il “Lontano Presente” raccoglie anche il lavoro che in comunità sta facendo il “Gruppo sobrietà”.


venerdì 9 ottobre




Conferenza

CIBO E CULTURA IN INDIA

Conversazione di Stefano Caldirola

Con il “Lontano Presente” torniamo ancora una volta in India, uno dei luoghi della nostra Terra più ricchi di storia e di futuro. Il cibo è capace di raccontare la storia millenaria di quella terra e le sfide del suo futuro. A introdurre in questo sguardo sul cibo fra tradizione e modernità in India sarà il professor Stefano Caldirola dell’Università di Bergamo.

1 - Introduzione 08.21
2 - Prima parte 31.18
3 - Seconda parte 29.41
4 - Interventi 23.36

venerdì 16 ottobre

 



Conferenza

LA REINVENZIONE DEL CIBO
FRA TRADIZIONE E GLOBALIZZAZIONE
DALLE NOSTRE PARTI

Conversazione di Cristina Grasseni

Anche da noi sono in atto da tempo una serie di strategie produttive, comunicative e amministrative con le quali si riscoprono i prodotti e le ricette tradizionali come risorse per lo sviluppo locale. L’obiettivo è quello di metere sul mercato globale saperi e sapori eminentemente locali. L’operazione apre di fatto una partita complessa tra standardizzazione del gusto e rivalutazione della tipicità. Questa “re-invenzione” del cibo ha importanti ricadute economiche. politiche, culturali sul nostro territorio e sulla nostra comunità. A guidare sarà Cristina Grasseni che insegna Antropologia culturale presso l’Università di Bergamo.

1 - Introduzione 04.18
2 - Prima parte 29.35
3 - Seconda parte 36.42
4 - Interventi 18.04

venerdì 23 ottobre




Conferenza

IL CINEMA E IL CIBO

video conferenza

La serata ci guiderà in un percorso dentro alcuni film classici che hanno fatto del cibo la cifra per leggere la condizione umana e le vicende di un’epoca. Rivedere alcune immagini che negli anni sono entrate a far parte del nostro mondo interiore ci aiuterà a ricordare e a rivivere alcuni momenti della nostra storia e alcune inquietudini e attese che abitano i nostri sogni. Frammenti tratti da Fast Food Nation, La febbre dell’oro, Un Americano a Roma, Il pranzo di Babette, La ricotta.


venerdì 30 ottobre




Teatro

LANGUORI

Erbamil - Coltelleria Einstein
scritto e interpretato da
Giorgio Boccassi, Fabio Comana,
Antonio Russo

Tre uomini sulla scena, in un’ambientazione essenziale che richiama la commedia dell’arte, stipulano un patto per migliorare le loro vire: “mai più schiavi del cibo”. Mai più golosi, mai più ingordi e voraci, cercheranno la sobrietà, la misura, uno stile di vita alto, libero dai vincoli della carnalità e dalla volgarità. Riusciranno nel loro intento? Saranno capaci di resistere alle continue tentazioni che cercheranno di distoglierli dai loro propositi?


Venerdì sera ore 20.45 cineteatro Qoelet
Il "Lontano Presente" è un'iniziativa che "Le Piane di Redona" da più di venti anni propongono per contribuire a tener viva, nel quartiere e nella nostra città, l'attenzione alla conoscenza delle diverse culture e religioni, come un aspetto importante della nostra modernità.