Home page

ASSOCIAZIONE
LE PIANE DI REDONA

posta

- HOME
 
LE PIANE: CHI SIAMO
 
SERVIZI
ALLA PERSONA
 
CULTURA
- CINETEATRO QOELET
 
LO STATUTO
 
CONTATTI
 
COME ASSOCIARSI
 
ARTE
- PREMIO DON
 SERGIO COLOMBO
 
 
RASSEGNE
- IL "LONTANO
    PRESENTE"
 
 
 


Associazione "Le Piane di Redona" - via Papa Leone XIII, 16 - 24124 Bergamo (Quartiere Redona)
ATTIVITA'

Per informazioni tel. - 035.343904 (ore 9.00-11.30 )
   


oppure contattateci tramite email

segreteria@lepianediredona.it

 
EVENTI
 
 
 

L’Associazione “Le Piane di Redona” organizza
SABATO 13 NOVEMBRE 2021
Visita al museo e mostra

MADDALENA. CARAVAGGIO E CANOVA
LA GYPSOTHECA DI ANTONIO CANOVA

  POSSAGNO - TREVISO

programma:
- ore 07,15 partenza in pullman dall’ Edonè (via Gemelli,17 -Bergamo)
- ore 10,00 Arrivo a Bassano del Grappa. Visita libera e passeggiata sul ponte vecchio da sempre simbolo della città.
- ore 12,30 pranzo presso il ristorante “Martini” a San Zenone degli Ezzelini.
- ore 15,00 visita museo Gypsotheca con guida, segue visita al tempio Canoviano.
- ore 18,00 partenza e rientro a Bergamo per le ore 21
Quota di partecipazione 70,00 euro
  (quota da versare all'iscrizione comprende: viaggio, pranzo, ingresso museo con guida)

Obbligo di green pass e mascherina
Iscrizioni e pagamento entro 29 ottobre 2021 per un max di 40 persone


  presso la segreteria dell’Associazione “Le Piane di Redona”
  via Leone XIII, 16 tel. 035 343904 (ore 9,00-11,30)

 

Un inedito dialogo tra due immensi artisti, Caravaggio e Canova, sarà protagonista delle sale del Museo Gypsotheca Antonio Canova di Possagno.

«Difficile immaginare due artisti più lontani di Caravaggio e Canova. Ma, a dispetto di quello che sembrerebbe logico, Canova non ha forse mai visto “la Maddalena” di Caravaggio, e non tanto perché essa sia tra le opere più tardivamente apparse con il nome di Caravaggio, ma per una ragione profondamente estetica, di opposte visioni della religione, della bellezza, del dolore». Vittorio Sgarbi

La Gypsotheca di Possagno raccoglie i modelli originali in gesso delle sculture di Antonio Canova. A partire dal 1829, infatti, alcuni anni dopo la morte dello scultore, tutte le opere furono trasferite dalla capitale a Possagno, paese natale di Canova.

La Gypsotheca dal 1957 con nuovo spazio espositivo è capace di valorizzare i grandi modelli in gesso - tra questi le Tre Grazie, Amore e Psiche, due Danzatrici e George Washington - e i bozzetti in argilla e in terracotta, espressione assoluta della genialità dell'artista.

stampa:

 
 
 
 
.
Parrocchia di Redona
Cineteatro Qoelet di  Redona
Spazio giovani Edoné
Polo Civico di Redona